HTC Primo: Android 4.0, Beats Audio e prezzo friendly

Il 2011 é stato un anno d’avanguardia per HTC che, grazie ad Android, è riuscito a consolidare la sua presenza in un mercato sempre più competitivo e complesso. Il 2012 si apre quindi con le aspettative più ottimiste e con il lancio di HTC Primo, un telefono di middle-range powered by Ice Cream Sandwich.

Molto probabilmente il device debutterà durante il Mobile World Congress 2012 in Spagna, ma come spesso avviene in questo settore, le caratteristiche trapelate non mancano e contribuiscono ad alimentare attenzione e curiosità ancor prima dell’annuncio ufficiale che si fa sempre più imminente. L’immagine che vediamo in basso é stata mostrata un paio di volte a stuff.tv e sebbene non ci siano ancora dichiarazioni ufficiali da parte della casa produttrice, sembra essere a tutti gli effetti il dispositivo finale.

 

La politica della casa taiwanese fino ad oggi ha puntato soprattutto sulla quantità di device lanciati sul mercato, terminali che in realtà non si differenziavano molto tra loro nè dal punto di vista delle caratteristiche tecniche nè per quanto riguarda il prezzo (i terminali HTC sono spesso da ricomprendersi nella fascia high-level). Questo però dovrebbe essere l’anno della svolta: anche HTC ha capito che il middle-range rappresenta una fascia di mercato a cui non si può rinunciare se si vuole confermare la propria presenza nel settore mobile e lo dimostra con le specifiche di questo nuovo modello.

Finalmente anche chi non é disposto a spendere più di 200/250 euro potrà avere tra le mani un HTC, sarà questo il prezzo che la casa taiwanese non dovrà superare se vorrà veramente piazzare il nuovo modello sul mercato: dotato di un display da 3,7 pollici con vetro Gorilla Glass, HTC Primo lavora grazie a un processore da 1 GHz, di 512 MB di RAM. Notiamo subito la presenza del logo Beats Audio nella parte bassa del telefono e l’assenza dei tasti fisici, in piena politica ICS. Sarà dotato di una fotocamera da 5 MP e permetterà di registrare video a 720p.

Il cavallo di battaglia sarà sicuramente Android 4.0, di cui lo smartphone sarà dotato nativamente. Sulla base di queste caratteristiche possiamo desumere che HTC Primo competerà con il Samsung Galaxy W e anche se quest’ultimo potrà contare sulla presenza di una fotocamera frontale e un processore più potente, il Primo punterà soprattutto su Android 4.0, che confronto ad Android 2.3 del Galaxy W non é poca roba.

Clicca qui per conoscere tutte le ultime novità del mondo HTC!

 

 

 

 

Migliori offerte Adsl del momento