Android vs iOS vs Blackberry OS, quale il migliore

Il 2012 sarà un anno ricco di novità? Sicuramente sì, ma non con altrettanta certezza possiamo dire che sarà stravolto il podio dei sistemi operativi, che in cima vede Android e iOS, seguiti da Blackberry OS e un Windows in fanalino di coda. Le aziende lavorano costantemente alla messa appunto di nuovi sistemi, aggiornamenti, widget e feature capaci di mantenere la cresta dell’onda o, nel caso di Blackberry e Windows, atti a spodestare gli OS di Apple e Google.

iOS è la conosciuta piattaforma che Apple utilizza per i suoi popolarissimi dispositivi. Android appare su una vasta gamma di device di fornitori diversi, che vanno dalla serie Droid di Motorola ai telefoni Samsung Galaxy fino ai terminali di medio basso costo. Secondo alcune recenti stime di Nielsen, i dispositivi basati su Android rappresentano ad oggi il 43% del mercato statunitense, gli iPhone il 28% e i dispositivi RIM BlackBerry OS il 18%. Android é quindi attualmente il primo in classifica: manca qualcosa agli altri OS perchè il corso della partita possa cambiare?

Google ha recentemente lanciato il suo primo smartphone Google Nexus con Android 4.0 Ice Cream Sandwich, progettato per unificare la piattaforma Android su tablet e smartphone. La versione 4.0 ovviamente non rimarrà confinata al mondo Samsung: i principali produttori si stanno attrezzando per il pieno supporto dei cellulari di punta e il passaggio ad Ice Cream Sandwich sarà uno dei leitmotiv del 2012.

Ma arriviamo al dunque: facciamo adesso un piccolo confronto tra Android, iOS e Blackberry OS.

ANDROID 4.0 ICE CREAM SANDWICH: con un design migliorato, Google si sta dando un gran da fare nella progettazione di un ambiente migliore e più semplice. Il colosso di Mountain View con questa versione ha sviluppato People, un’applicazione che aggiunge alle informazioni base dei contatti (numero di telefono, indirizzo, email…), anche aggiornamenti di stato e altre informazioni tratte dai social network.
Beam é uno dei cavalli di battaglia del nuovo Android 4.0: è una delle funzioni più interessanti e uno dei pochi utilizzi pratici del chip NFC disponibili ad oggi in Italia. Per trasferire file (musica, video, mappe, etc..) da cellulare all’altro basta che i due smartphone si tocchino per stabilire la comunicazione.
Face Unlock é il nuovo sistema per sbloccare il telefono tramite riconoscimento facciale. Abbiamo letto bene: il nostro cellulare sarà in grado di riconoscerci e se siamo il legittimo proprietario si sbloccherà automaticamente. Chi preferisce i metodi di sblocco tradizionali ovviamente potrà disattivare tale funzionalità.
Fotocamera: le funzioni fotografiche sono state migliorate con la possibilità di scattare foto panoramiche, effetti speciali e l’utilizzo di una suite integrata per il fotoritocco.

iOS DI APPLE: l’azienda statunitense ha rilasciato il suo aggiornamento iOS 5 che ha modificato il Centro di notifica rendendolo più “discreto”. Le notifiche ora sono mostrate nella parte alta del display, dove si trovano tutte le notifiche non lette, che potremo “respingere” premendo subito la X.
Integrazione con Twitter: il nuovo IOS 5 include una maggiore integrazione con questa piattaforma. La funzione è stata integrata con varie applicazioni, tra cui l’App fotocamera. Non c’è alcun supporto per gli altri social network, ma come sappiamo é possibile scaricare dall’Apple store l’app Facebook Mobile.
Anche Apple sta sollecitando miglioramenti alle funzionalità di editing foto iOS, ma la novità più clamorosa é stata sicuramente la presentazione di Siri, l’assistente in grado di interpretare le nostre richieste con voce naturale.

RIM ha visto gli albori della crisi già dal BlackBerry Storm, il primo terminale RIM BlackBerry che aveva aperto le porte verso il mondo consumer, ma nonostante le buone caratteristiche tecniche il prodotto non é riuscito a sfondare, perché secondo alcuni sviluppato male e dotato di pochissime applicazioni. Nel frattempo, Android e iOS prendevano terreno facendo molta gola a tutti. RIM, impavida decise di  produrre il BlackBerry Storm 2, ma anche questo lancio non ebbe i risultati sperati perché venne dato poco risalto agli sviluppatori.

Ma uno dei fattori che maggiormente influenza l’ascesa di Android e soprattutto iOS é rappresentato dalle politiche di rilascio del frimware: Apple rilascia il proprio iOS direttamente e per tutti i terminali,  Android cura molto i software ma non li rilascia direttamente e peggio ancora RIM per ogni rilascio di firmware si appoggia ai gestori di telefonia, con la conseguenza che ogni firmware necessità di testing e approvazione da parte dei gestori, che solo dopo lo rilasciano agli utenti. Le conseguenze sono ben note: ritardi, mancati aggiornamenti e differenze tra un Paese e l’altro.

RIM intanto ha deciso di prendersi tempo e sta preparando la prossima versione del sistema operativo nato dalla fusione tra le piattaforme Blackberry (smartphone) e QNX (tablet) e che si chiamerà Blackberry 10 (e non BBX come si vociferava: RIM è stata costretta a cambiarlo in Blackberry10 per evitare problemi legali).

Microsoft, intanto, ha lanciato il suo Windows Phone 7,5 Mango che debutta con nuove funzionalità di multitasking e un nuovo sistema di messaggistica che integra SMS, chat di Facebook e Windows Live Messenger. Ma mentre il sistema operativo mobile di Microsoft si aspetta di ottenere una spinta, rimane ancora bloccato dietro iOS, Android e BlackBerry.

Come sappiamo, infine, ci sono stati destini peggiori di questo, come ci ricordano il meno fortunato Symbian e l’ormai quasi defunto WebOS.

 

 

Migliori offerte Adsl del momento