Bloccare iPhone rubato

Ce l’hanno tolto! Rubato! Il tessoro! Come dimenticare i lamenti del povero Gollum (del “Signore degli Anelli”) dinanzi alla scomparsa del suo prezioso anello magico? E pensare che era stato pure attento a dove nasconderlo!

Che siamo in un mondo magico o reale i ladri esistono ovunque. Ci hanno appena fatto sparire il nostro iPhone pensando di farla franca e usarlo con le loro schede come se nulla fosse? Facciamo loro passare subito il momento di gioia e felicità con alcuni semplici passi per bloccare il nostro iPhone rubato.

La prima cosa da fare è quella di denunciare il furto ad una caserma dei carabinieri. Comunicare nel dettaglio il presunto luogo del furto, orario, possibili generalità del ladro.

Quel che è stato rubato oramai non è più reperibile. Non abbiamo la possibilità di cancellare i nostri messaggi, bloccare applicazioni o cancellare la cronologia delle chiamate. Difficilmente infatti riavremo tra le mani il telefono, ma possiamo renderlo completamente inutilizzabile con qualsiasi SIM card italiana.

I gestori telefonici italiani si sono organizzati molto bene a riguardo. Prima di tutto ci dobbiamo assicurare di avere il codice IMEI dell’iPhone: il metodo più semplice è controllare la scatola del telefono: dovrebbe essere presente sul lato un adesivo con il codice a barre del prodotto e il relativo codice IMEI (se invece siamo ancora in possesso dell’iPhone e desideriamo annotare l’IMEI su un foglio di carta, allora apriamo Impostazioni, Generali e quindi Info: in tale schermata troviamo il codice IMEI).

Recuperato il codice IMEI, comunichiamolo al nostro gestore telefonico.

  • Clienti TIM: scarichiamo da questo indirizzo il modulo di autocertificazione di furto e alleghiamogli la Denuncia e la copia di un documento d’identità. Possiamo inviare il modulo via FAX (numero gratuito 800-600119) oppure via posta raccomandata all’indirizzo “TIM – Servizio Clienti Casella Postale 500 88911 Crotone”.
  • Clienti Vodafone: scarichiamo il modulo di autocertificazione e inviamolo al numero di fax 800-034651 assieme ovviamente alla denuncia e alla copia del documento d’identità.
  • Clienti Wind: il modulo lo possiamo scaricare da questo collegamento e inviarlo via posta all’indirizzo “WIND TELECOMUNICAZIONI S.p.A. – Casella Postale n. 14155 – Ufficio Postale Milano 65 – 20152 MILANO”.
  • Clienti Tre: ci dobbiamo recare presso il punto vendita più vicino e chiedere il modulo di autocertificazione per il blocco IMEI.

L’iPhone include anche il servizio MobileMe (ora iCloud e completamente gratuito) che permette di salvare in un server remoto tutte le informazioni più importanti del telefono, come i contatti e i messaggi email. Il servizio include anche la funzionalità “Find my iPhone”, grazie alla quale è possibile visualizzare tramite PC la posizione del proprio telefono. Ovviamente tale opzione è possibile soltanto se il dispositivo è acceso ed è attiva la geolocalizzazione tramite GPS. La prossima volta, per essere al sicuro, attiviamo questo servizio!

Migliori offerte Adsl del momento