Cellulare rubato cosa fare

Purtroppo può capitare, al bar, al supermercato, al mare mentre prendiamo il sole, ignari del ladro che ci ha puntato da almeno un ora, per rubare il nostro telefono. L’epilogo è sempre lo stesso: non troviamo il telefono, dapprima balena nella mente l’idea di averlo perso, poi dimenticato a casa, alla fine la dura ammissione: siamo stati derubati.

La prima cosa ovvia da fare é quella di andare subito dalla polizia o dai carabinieri. Certo il ladro può essere anche n povero scellerato che ha voluto approfittare di una nostra distrazione e in quel momento è di fronte a una birra a ridere a squarciagola alle nostre spalle, ma potrebbe essere anche un malvivente reiterato, un delinquente, un pregiudicato. E quel che è peggio è che telefonerà col nostro cellulare rubato e soprattutto la nostra scheda, intestata a noi medesimi. Cosa fare?

Una volta giunti alla stazione dei carabinieri dobbiamo enunciare il furto con codice IMEI alla mano. Il codice IMEI è stampato su ogni confezione di vendita dei telefoni. Questo codice viene trasmesso dal dispositivo ogni volta che si connette alla rete ed é quindi sempre identificabile univocamente anche se qualcuno si sta connettendo con schede diverse. In pratica se il ladro inserisce una sim e telefona é possibile rintracciare dove si trova. Purtroppo questa possibilità però richiede risorse che le forze dell’ordine non sempre sono disposte a spendere.

In alternativa potete comunicare questo codice ai vari operatori di telefonia mobile, telefonando quindi al servizio clienti o meglio ancora recandoci presso un rivenditore di fiducia, è possibile chiedere di inserirlo in una “black list” rendendo il cellulare inutilizzabile. Quindi se anche non lo ritroverete mai più chi lo ha preso lo potrà usare solo come soprammobile!

Sempre presso il centro del nostro gestore possiamo farci rifare una scheda con lo stesso numero e lo stesso credito (costo dell’operazione solitamente di 10 euro).

Denunciando il furto, sia alle forze dell’ordine sia al proprio operatore e comunicando il codice Imei, impediremo definitivamente l’utilizzo del cellulare rubato. Se tutti prendessero questa precauzione, potrebbe diventare inutile, o quantomeno ridursi il furto di telefonini.

Migliori offerte Adsl del momento