HTC Sensation bootloader bloccato, niente permessi root

HTC Sensation ha il bootloader bloccato. Cosa significa? Significa che purtroppo quest’ultimo smartphone di origini taiwanesi è protetto da una chiave che solo i produttori conoscono e quindi non essendone a conoscenza, non potranno esistere Custom Firmware personalizzati, Recovery personalizzate. I firmware modificati rappresentano il bello ed il divertimento di Android…insomma, ci ritroviamo un terminale di primo livello, ma non possiamo sfruttarlo come meglio crediamo.

Questa mossa da parte di HTC risulta abbastanza inspiegabile: i concorrenti stanno, al contrario, dirigendosi sempre più verso un’apertura completa del sistema sui loro nuovi device, basti citare da parte di Samsung il Galaxy S2.

Uno smartphone di punta che con questa limitazione potrebbe davvero avere un successo limitato rispetto al sopracitato avversario e dispositivo del momento. Htc Sensation si appresta così a un debutto tutt’altro che facile, con una concorrenza pronta a sbaragliarlo e prestazioni che non sembrano all’altezza della CPU Dual Core al suo interno. Rimaniamo in attesa che sviluppatori e smanettoni di tutto il mondo riescano a trovare, si spera, una soluzione.

Anche il bootloader di Nexus S è bloccato, ma sbloccarlo é quasi un gioco da ragazzi, visto che il colosso di Mountain View ha già previsto la possibilità di sbloccare il bootloader sul terminale in maniera molto semplice. Per HTC Sensation, così come per Incredible S e Desire S, la situazione é più complicata: il bootloader é bloccato dalla casa madre con certificate che non sembrano semplici da decriptare.

HTC Sensation arriverà in Italia a fine mese al prezzo di 599 euro.

Migliori offerte Adsl del momento