Nuovo trojan Android: la minaccia viene dalla Cina

Veloce, efficiente, bello e … sicuro? Forse non più, secondo quanto emerso dalle ultime analisi di aziende di protezione informatica un nuovo trojan sta infettando i cellulari con sistema operativo Android installato. Il suo nome è Geimini e si propaga prettamente tramite applicazioni scaricabili per il telefonino.

Che cosa fa questo trojan per Android? Dopo essere stato installato (senza aver destato alcun sospetto per l’utente), l’applicazione cerca di collegarsi (ovviamente in background) a una decina di server pirati con i quali scambiarsi informazioni e inviare dati personali riguardanti il cellulare infettato. Tra le informazioni più pericolose ci sono l’IMEI e il numero IMSI (dati relativi alla scheda SIM).

Per gli user europei, e quindi anche italiani, non c’è nessun pericolo. Basta infatti non scaricare alcuna applicazione cinese dai relativi App Store e non si corre il rischio di essere infettati. L’unica preoccupazione è per gli sviluppatori di Android, che devono stare più attenti a rendere il sistema operativo più sicuro e meno bucabile possibile, soprattutto in un periodo come questo in cui molte persone mettono sul cellulare molti dati importanti.

Migliori offerte Adsl del momento