Samsung Galaxy S Mini, clone cinese con processore dual core

Samsung Galaxy S Mini, questo il nome del clone cinese già disponibile ad un prezzo di circa 180 euro e caratterizzato dalla presenza di un processore dual core e dal sistema operativo Android 2.1 di Google. Dopo l’Apple iPhone 4 e il Nokia N8, anche il Samsung Galaxy S è caduto nelle mani dei cinesi, i quali hanno prodotto una versione ridotta dell’originale, ma che a sorpresa ha un hardware dotato di CPU dual core e supporto per Dual SIM, ovvero la possibilità di utilizzare due SIM diverse contemporaneamente nello stesso dispositivo. Vediamo assieme tutte le caratteristiche tecniche di questo clone cinese del Samsung Galaxy S.

Il clone cinese del Samsung Galaxy S è leggermente più largo dell’originale, tuttavia viene chiamato “Mini” per il fatto che il display touch capacitivo, ovviamente non AMOLED, ha una diagonale di 3.5 pollici e una risoluzione di 320×480 pixel. Mini anche il prezzo, appena $1480 yuan, circa 180 euro, per comprare questo clone cinese.

Come già svelato nell’introduzione, il processore di questo Samsung Galaxy S Mini è di tipo dual core, la memoria RAM è di 512MB, così come quella ROM. La fotocamera posteriore è da 5 Megapixel con flash LED, sono presenti i moduli GPS, WiFi, Bluetooth e anche una fotocamera frontale da 0.3 Megapixel per effettuare videochiamate. Il sistema operativo installato è Android 2.1, con la promessa del produttore cinese di rendere disponibile nelle prossime settimane l’aggiornamento ad Android 2.2.

Migliori offerte Adsl del momento