Android Gingerbread Supporto nativo per Videochiamata

Android Gingerbread è la futura versione del popolare sistema operativo mobile di Google, ed entro poche settimane verrà resa disponibile agli sviluppatori la versione SDK, ovvero quella non ancora definitiva ma che serve per adattare le applicazioni alle nuove funzionalità. Secondo alcune recenti indiscrezioni, i programmatori di Android avrebbero intenzione di inserire nella futura versione Gingerbread il supporto nativo per la Videochiamata.

Le videochiamate su cellulare esistono da moltissimi anni, ma non hanno mai ottenuto il successo sperato. Con l’introduzione di Facetime per Apple iPhone 4 e iPod Touch 4G, l’interesse dei produttori per le videochiamate su smartphone è aumentato sempre di più, e pare che anche i programmatori di Android siano interessati ad integrare un supporto nativo per le VideoChat, tramite 3G e WiFi, nella prossima versione Gingerbread, 2.x o 3.0.

Secondo diverse indiscrezioni, il futuro Android Gingerbread avrà come requisito minimo la presenza di una fotocamera frontale per eseguire videochiamate su rete 3G o WiFi. Attualmente soltanto l’HTC Evo 4G ha una fotocamera posta sul display per eseguire videochiamate con applicazioni di terze parti. I dirigenti di Google non sono contenti di questa situazione, e proprio per questo motivo avrebbero deciso di inserire nei requisiti minimi per Gingerbread la presenza della cam frontale.

Il futuro Android Gingerbread potrebbe utilizzare Google Talk Video come applicazione predefinita per effettuare videochiamate, anche se non è da escludere la compatibilità con altre applicazioni, come Yahoo Messenger e Fring.

Migliori offerte Adsl del momento