Come bloccare il cellulare perso o rubato: per tutte le marche

cellulare perso rubato

Abbiamo perso il cellulare o peggio ancora ci è stato rubato? Da qualche giorno, dopo tante attese, é entrato in vigore l’accordo tra tutti i gestori italiani per rendere inutilizzabile il telefono cellulare rubato o smarrito utilizzando il blocco del codice identificativo IMEI (International Mobile Equipment Identity).

L’IMEI, é un codice composto da 15 cifre, lo troviamo sull’etichetta all’interno del cellulare ovviamente con la scritta identificativa IMEI, inoltre lo troviamo sulla confezione di vendita del telefono (ecco perchè è sempre importante conservarla). Se non abbiamo più la scatola possiamo visualizzare l’IMEI direttamente sul cellulare digitando sulla tastiera *#06# e premendo invio e annotare il codice IMEI su un fogliettino nel caso dovessero rubarci il cellulare. Se, in ultimo caso, non abbiamo nè scatola, nè codice annotato, i gestori telefonici possono individuare il codice: dobbiamo telefonare al servizio clienti del nostro gestore e fornire quattro numeri di telefono chiamati nell’ultimo mese.

Ecco cosa fare in caso di smarrimento o furto del cellulare:

Clienti TIM
Innanzitutto in caso di furto occorre denunciare l’episodio presso le autorità competenti, in caso di smarrimento basta invece trasmettere un modulo che compileremo e firmeremo, una vera e propria autocertificazione e inviarlo insieme ad una copia di un documento di identità e al codice IMEI, ad uno dei fax (l’invio è gratuito):
- privati 800600119
- aziende 800423131

oppure spedire la documentazione via posta a:

TIM – Servizio Clienti Casella Postale 500 88911 Crotone – per i clienti privati -

TIM – Servizio Clienti Casella Postale 333 88900 Crotone – per i clienti aziendali -.

E se ritroviamo il cellulare? Possiamo chiedere di sbloccarlo inviando di nuovo a Tim il modulo blocco/sblocco, barrando la casella “sblocco”, e allegando la denuncia di ritrovamento 8se ci era stato rubato) e la fotocopia di un documento identità.

Clienti Vodafone

In caso di furto, denunciare sempre alle autorità l’avvenuto, inviare una copia della denuncia al Servizio Clienti Vodafone al numero di fax 800.034.651, insieme a una fotocopia del documento d’identità e anche in questo caso il modulo di autocertificazione e il codice IMEI. In caso di smarrimento basta l’autocertificazione insieme al documento di identità e l’immancabile codice IMEI.

Se ritroviamo il telefono, se era stata sporta denuncia, dobbiamo tornare presso le autorità per sporgere una controdenuncia e inviarne una copia al Servizio Clienti Vodafone allo stesso numero di fax insieme ovviamente all’IMEI. Seera stata effettuata una autocertificazione per furto o smarrimento, dobbiamo compliare il modulo di sblocco IMEI, allegare una fotocopia di un documento d’identità e inviare il tutto sempre allo stesso numero.

Clienti WIND

Compilare il modulo di autocertificazione con codice IMEI, fotocopia di un documento identità e inviare il tutto a uno dei fax (gratuiti):
- privati 800 915 844
- aziende 800 915 855
- se preferiamo inviare tutto via Posta: Wind Telecomunicazioni SpA – Direzione e Coordinamento di Enel SpA Via C.G.Viola n. 48 – 00148 Roma.

Se ritroviamo il cellulare chiediamo lo sblocco inviando a Wind il modulo sopra indicato, barrando la casella “sblocco” sempre insiema al documento identità.

Clienti H3G

Possiamo richiedere il blocco presso un rivenditore autorizzato 3 che fornirà l’apposito modulo da compilare, portare documento di identità, denuncia in caso di furto e la denuncia o l’autocertificazione in caso di smarrimento. In caso di ritrovamento rivolgiamoci di nuovo al centro 3 che ci fornirà il modulo di sblocco. Portiamo con noi denuncia di ritrovamento e carta di identità.

Articolo pubblicato in Settimocell » Guide » Guide cellulari e tablet

Commenti