Intel common Sense: cellulare che misura lo smog nell’aria

IntelLo smog fa male. Puzza, inquina, fa venire il cancro, non ci fa respirare bene. Quanto smog c’è nell’aria? Alcuni ormai ci “hanno fatto il naso” e lo notano subito, altri meno.

Intel ha sviluppato una tecnologia che permetterà agli smartphone di analizzare la qualità dell’aria. La tecnologia si chiama Common Sense e il suo scopo è renderci finalmente più consapevoli della quantità di smog.

I dati che ci fornirà il nostro smartphone, dopo aver analizzato l’aria, non solo informerà noi, ma potrebbe finalmente essere uno strumento utile per le istituzioni a capire dove e come agire per arginare il problema.

Ma le istituzioni conoscono benissimo il problema dell’inquinamento, per questo non è necessario un telefonino. Ma la svolta potrebbe essere un’altra: la consapevolezza quotidiana dello smog potrebbe finalmente sensibilizzare maggiormente cittadini e istituzioni al problema e si sa, le rivolte del popolo hanno sempre portato buoni frutti. O quasi.

Migliori offerte Adsl del momento